PERCHE’ SCEGLIERE UN PERSONAL TRAINER?

Pubblicato: 27 dicembre 2011 da alessandro2888 in Fitness

I classici abbonamenti da palestra sono a tempo prestabilito, quindi diverse persone  acquistano un abbonamento più o meno lungo ma non sempre poi riescono a frequentare la palestra con costanza per i motivi più disparati, arrivando a buttare veramente i propri soldi. IL Personal Training non prevede nessuna iscrizione a tempo, ma , pacchetti di lezioni prestabilite one to one o anche in piccoli gruppi,le lezione vengono poi scalate ogni volta che si effettuano,senza badare a un tempo prestabilito. Si paga realmente per quello che si vuole ottenere.
Il personal trainer è un professionista in grado di rispondere alle necessità e problematiche fisiche del cliente, sfruttando il proprio livello di preparazione e cultura tecnica per programmare e personalizzare l’allenamento secondo obiettivi/esigenze posti dal cliente.
Una peculiarità importante  del personal trainer è il modificare continuamente gli esercizi e lo svolgersi degli allenamenti secondo i risultati ottenuti, e consigliare/educare la persona a seguire un regime alimentare sano, compatibile con l’attività fisica e stile di vita.
La preparazione con un esperto di fitness darà motivazione , divertimento e un efficace stimolo alla vostra volontà .
Il Personal Trainer può essere non solo un coach, ma anche un educatore, un confidente e una guida; da lui potrai trovare tutta l’energia che ti serve per allenarti in maniera sicura e corretta e raggiungere cosi i tuoi obiettivi.
Avere un professionista che ti osserva ,assiste e corregge ,negli allenamenti ,darà sicuramente una motivazione in più, e una buona costanza nell’allenarsi fino al raggiungimento  degli obiettivi da voi posti.
Il PT prepara programmi di lavoro efficaci completamente personalizzati e individuali , dalla persona sedentaria allo sportivo più accanito ,fornendo preparazioni atletiche per ogni tipo di competizione sportiva.

Esso non ti farà annoiare ,ma allenare divertendoti e nel modo più sicuro!!

I GRASSI FANNO INGRASSARE?

Pubblicato: 26 dicembre 2011 da alessandro2888 in Alimentazione

Ricordiamo che Le vitamine liposolubili A , D , E e K si trovano nei lipidi, quindi ,disdigniare cibi a base di grassi non è la migliore scelta, soprattutto se si pratica attività fisica ad alta intensità. E’opportuno ricordare che essi sono macronutrienti proprio come i carboidrati le proteine e l’acqua, e come questi hanno un ruolo ben importante nel metabolismo energetico.Probabilmente molti di noi stanno seguendo la classica dieta riso,pollo e patate. Questa dieta ha qualcosa di corretto come il giusto apporto di proteine, ma manca di un macronutriente necessario al fine della sintesi muscolare: i grassi.I grassi infatti stimolano la produzione di testosterone, che è l’ormone sessuale maschile per eccellenza, i cui effetti sulla crescita muscolare sono già stati ampiamente accertati dalla scienza.Oltre che a stimolare la produzione di testosterone, molti tipi di grassi sono precursori di altre molecole steroidee altrettanto importanti per la crescita muscolare.E’ comunque essenziale consumare la giusta qualità di grassi. I grassi “migliori” per un bodybuilder sono i grassi monoinsaturi, che si trovano in molta frutta secca e nell’olio d’oliva e i grassi polinsaturi, della serie omega 3 e omega 6. Gli omega-3 si trovano soprattutto in pesci grassi d’acqua dolce quale il salmone, mentre gli omega-6 si trovano in alcuni oli, tra cui l’olio di lino spremuto a freddo, l’olio di mais, di soia e di girasole.

I GRASSI OMEGA-3 ALLUNGANO LA VITA

Pubblicato: 23 dicembre 2011 da alessandro2888 in Alimentazione, Integrazione
Studi scientifici dimostrano che  l’olio di pesce (in prevalenza acidi grassiomega-3) può ridurre il rischio di malattie cardiovascolari e morti improvviseda infarto cardiaco. Si suppone che gli acidi grassi omega-3 siano in grado dimigliorare i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue  e diminuire il rischio di malattiacoronarica.
Gli acidi grassi Omega-3 sono una categoria dilipidi polinsaturi essenziali, il nome “omega-3” si riferisce quindi allaposizione del primo doppio legame rispetto alla porzione metilica (terminale)della molecola. E importante sapere che gli acidi grassi omega-3 non sonoprodotti naturalmente dall’organismo,che quindi deve ottenerle da fontiesterne.
Gli alimenti ad altocontenuto di omega-3 sono il salmone, sardine, tonno bianco, trota, aringhe,noci, oli di semi di lino e olio di canola. Altrialimenti che contengono questi grassi sono: i gamberetti, le vongole, il tonno,il pesce gatto, il merluzzo e gli spinaci.
Gli acidi grassi sono utilizzaticome energia per i muscoli, cuore, e altri organi, ricoprendo un ruolometabolico fondamentale che svolgono nelle membrane cellulari.

I principali benefici degli acidi grassi Omega-3 sono:una riduzione della suscettibilità del cuore alle aritmie ventricolari con azioneantitrombotica ed antiinfiammatoria , inibiscono la crescita della placca ateroscleroticaresponsabile di infarti e ictus, accentua il rilascio di ossido nitrico conazione vaso-dilatatoria favorendo e agevolando il flusso ematico. Riducono laconcentrazione dei trigliceridi ematici. Inoltre favoriscono una migliorelucidità mentale ed il miglioramento dell’umore.

SCHEDA PER AUMENTO FORZA MUSCOLARE

Pubblicato: 21 dicembre 2011 da valetopitta in Alimentazione

                                                 
   Da eseguire in 2 giornate A-B

   Tempo medio scheda  A-B : 50 min   
  
   (imp: è opportuno avere una supervisionedi un compagno)   
  A                                                                        
Riscaldamento
bike
4/5 min
Rec 0
Schiena
Stacco da terra
4 x 5-5-3-3
Rec 3.00 min
Schiena
Trazioni alla sbarra
(con sovraccarico se necessario)
3/4 x 5
Rec 3.00 min
Gambe
Squat  bilancere
4 x 7-5-3-1
Rec 3.00 min
Gambe
Affondi alternati con manubri
3/4 x 5
Rec 3.00 min
Tricipiti
Tricipiti alla panca piana
3 x 7-5-3
Rec 2.50 min
Bicipiti
Curl bilancere
3 x 7-5-3
Rec 2.50 min
Defaticamento
 Camminata in salita
3/4 min
Rec 0







B
Riscaldamento
Corsa
4/5 min
Rec 0
Addome
Addome alle parallele
4 x max
Rec 30 sec
Petto
Panca piana
4 x 5-5-3-3
Rec 3.00 min
Petto
Croci declinate
3/4 x 5
Rec 3.00 min
Deltoidi
Lento avanti manubri
4 x 7-5-3-1
Rec 3.00 min
Deltoidi
Alzate laterali
3/4 x 5
Rec 2.30 min
Deltoidi posteriori
Alzate a 90°
3 x 7-5-3
Rec 2.30 min
Defaticamento
Cross trainer
4/5 min
Rec 0
                                                                                                            AlessandroIacono-Fitness Trainer

IL FITNESS COME PREVENZIONE

Pubblicato: 14 dicembre 2011 da alessandro2888 in Fitness

Il cardiofitness si inserisce nella più vasta eccezione del fitness,dove con questa parola si intende lo stato di forma di un individuo.Questo termine e di derivazione strettamente biologica e sta ad indicare la capacità di un individuo di trasmettere il proprio patrimonio genetico alle generazioni future.Ovviamente più un individuo è in forma,più questa capacità aumenta;cosi,per capirci,nel nostro mondo un individuo “fitness” è colui che è in condizioni fisiche migliori dal punto di vista della composizione corporea come delle capacità
prestazionali.Individuiamo cosi in tutta una serie di parametri fisiologici quelle che sono le caratteristiche di un individuo fitness o in forma.
Noi orgogliosamente come operatori del comparto del fitness ci identifichiamo pienamente in questa definizione e ci facciamo promotori per aumentare e migliorare lo stato di salute della popolazione.La nostra opera di prevenzione di molte malattie,spesso misconosciuta e sottovalutata,è invece di estrema importanza per il benessere della popolazione e per il risparmio delle casse della sanità.Il settore in cui la nostra opera è più importante è quello che vede coinvolta la maggior causa di morte del mondo occidentale e cioè,oltre ad aumentare il benessere della persona,lo si aiuta anche a prevenire,insieme con l’educazione alimentare eventuali patologie cardiache,migliorando le condizioni e le aspettative di vita. VI SEMBRA POCO ?

-Suddividi più che puoi i pasti durante il corso della giornata
-Utilizza integratori proteici in polvere o snack in barrette,in quest’ultimi non superare il 30% di quota proteica.Il concetto è quello di avere degli alimenti che in poco spazio riescano a darti un grosso quantitativo di nutrienti di alta qualità.
-Non trascurare mai i grassi vegetali,essi sono fondamentali,privilegia gli olii, i semi, le mandorle,noci,arachidi,nocciole,burro d’arachidi e frutta secca.
-La Frutta secca è una fonte calorica extra ,naturale.
-Mettere al primo posto i cibi freschi di qualità,cucinati in modo semplice e digeribile.
-Uno spuntino prima di dormire è sempre ben accetto ,soprattutto se è a base proteica.
-Non aspettate mai di avere uno stimolo persistente di fame,cercate di abituare il corpo a ritmi che prevedono una più o meno cospicua introduzione di cibo ogni 2 ore
-Non forzarsi a mangiare in eccesso,e importante abituarsi al nuovo regime alimentare sia quantitativo sia qualitativo,senza costringere il corpo a digerire grossi quantitativi di cibo improvvisi e non graduali.

ALLENAMENTO INTERMITTENTE PER IL KICK BOXER

Pubblicato: 14 dicembre 2011 da valetopitta in Alimentazione


Va ricordato che gli sport da ring sono stati da sempre una delle attività più faticose e complicate da praticare,dato che questo tipo di sport e strettamente individuale , si può azzardare a dire che oltre a una preparazione fisica e tecnica fatta come si deve ,(seguendo i più innovativi allenamenti funzionali per questo tipo di sport),bisogna avere “talento” o essere predisposti.
Dato che si mischia attività aerobica con quella anaerobica(lattacida e alattacida) , e molto importante sapere sfruttare al massimo tutti e due i sistemi energetici nel corso dei 3 minuti ( Round) ,ma soprattutto avere una buona resistenza cardiorespiratoria che ci possa fare recuperare le forze in breve tempo ( max 1 minuto, pausa tra un round e l’altro)
L’allenamento intermittente è senza dubbio quello che fa per noi: è un sistema di allenamento continuo ad intensità variabile,consente di effettuare buoni volumi di lavoro,consente di effettuare fasi ad elevata intensità,coniuga quantità e qualità,consente un controllo qualitativo delle varie fasi, è altamente specifico nell’allenamento di discipline aerobico-anaerobico alternate come gli sport di combattimento. 
In alto è riportato un esempio di circuito intermittente ad alta intensità ,adatto per l’allenamento di un pugile/kick boxer.

ALLENAMENTO ESPLOSIVO PER LA KICK BOXING

Pubblicato: 9 dicembre 2011 da valetopitta in Alimentazione

SCHEDA PER AUMENTO MASSA MUSCOLARE

Pubblicato: 8 dicembre 2011 da valetopitta in Alimentazione
                                                          Aumento massa muscolare

Da eseguire in 2 giornate A-B                  Tempo medio scheda A-B : 50-60 min

 A
Riscaldamento
Corsa
5 min
Rec 0
Schiena
Stacco bulgaro
5 x 12-8-5-3-6
Rec 2.00 min
Schiena
Pulley triangolo
3/4 x 10/8
Rec 1.30 min
Gambe
Squat
4 x 8-8-6-6
Rec 2 min
Gambe
Affondi alternati
3/4 x 10/8
Rec 1.30 min
Tricipiti
Push down cavi
3 x 12-10-8
Rec 1.20 min
Bicipiti
Curl ai cavi
3 x 12-10-8
Rec 1.20 min
Defaticamento
Bike
4/5 min
Rec 0
    

   B
Riscaldamento
Corsa
5 min
Rec 0
Addome
Crunch a terra
4 x max
Rec 30 sec
Petto
Panca piana
5 x 12-8-5-3-6
Rec 2.00 min
Petto
Croci inclinate
3/4 x 10/8
Rec 1.30 min
Deltoidi
Lento avanti bilancere
4 x 8-8-6-6
Rec 2.00 min
Deltoidi
Alzate laterali
3/4 x 10/12
Rec 1.20 min
Polpacci
Push up
3 x 12-10-8
Rec 1.00 min
Defaticamento
Bike
4/5 min
Rec 0

                                                                              Iacono Alessandro-Fitness Trainer

L’IDRATAZIONE NELLO SPORTIVO

Pubblicato: 8 dicembre 2011 da alessandro2888 in Alimentazione, Integrazione

Una corretta idratazione è fondamentale per chi esercita attività fisica, ma soprattutto per gli atleti e gli appassionati di fitness.
Poiché l’acqua è uno dei componenti più critici del corpo(nel body builder), anche la minima disidratazione può ostacolare le prestazioni sportive e le capacità di recuperare gli sforzi per qualsiasi tipo di esercizio.

La ragione di ciò è semplice: l’acqua compone circa il 75 per cento del tessuto muscolare e circa il 10 per cento del tessuto adiposo.

Ma ancora più importante, l’acqua regola la temperatura corporea, aiuta la digestione, protegge gli organi vitali, facilita la comunicazione cellulare, trasporta le sostanze nutritive alle cellule e rimuove i prodotti di scarto, tra cui l’acido lattico (la causa primaria di dolore muscolare relativo all’esercizio).